TO BE OR NOT TO BE

3 Aprile 2020
Nella Società in cui tutti Appaiono ma pochi Sono,

chi è davvero il Fotografo?

In questa società finta, grottesca, paradossale, le persone comuni fotografano la loro vita per vivere nella condivisione o nel ricordo; Immortalano gli attimi prima di gioirne e vivono il presente nel futuro! Il Fotografo invece non cattura l’evidenza della realtà per non viverla. Chi ha dedicato la sua vita all’arte della fotografia ha scelto di scoprire cosa gli occhi celano allo sguardo quotidiano, ha chiesto il significato e l’inaspettato oltre la certezza dei sensi. Eppure proprio questa società lo schernisce, ritenendo altre Figure più adatte a ricoprire il suo ruolo, pensando che sia ormai sorpassato e che viva quasi in un’altra dimensione!

“… poi c’è quell’amico (pizzaiolo, avvocato, banchiere, medico, operaio, studente) che un giorno, nel mezzo di una tranquilla serata di luglio, tira fuori dalla borsa tracolla il suo nuovo straordinario acquisto e lo mostra alla comitiva: una Reflex (di quelle che fanno le foto belle). Tu lo guardi con l’aria malinconica di chi sta pensando “Perché? Perché mi fai questo?”, cerchi conforto nello sguardo degli altri amici che, al contrario, sembrano interessati e cominciano ad ispezionare la macchina fotografica. A quel punto, lui pronuncia la fatidica frase: “Raga, ho deciso, mi metto a fare le foto”.